Benvenuto sul sito di AGIDI

AGIDI – Associazione Italiana dei Giuristi di Diritto Immobiliare riunisce i professionisti del diritto che esercitano la propria attività prevalentemente in ambito immobiliare allo scopo di promuovere l’integrazione tra competenze e specializzazioni del diritto e garantire l’eccellenza dei servizi di consulenza e assistenza legale.

È in corso la campagna Iscrizioni e Rinnovi 2021

I moduli con le istruzioni per iscriversi o rinnovare l'iscrizione ad AGIDI per il 2021 sono disponibili cliccando qui.

L'iscrizione ad AGIDI garantisce la partecipazione gratuita a tutti i convegni, i seminari e le iniziative promosse dall'Associazione nel corso dell'anno.

Per ciascun convegno viene richiesta la concessione dei crediti formativi presso l’Ordine degli Avvocati di Milano.
 

Investire in Data Center

Convegno online - 30 settembre 2021

L’accelerazione impressa dalla pandemia alla digitalizzazione alimenta la crescita esponenziale della domanda di data center: un’espansione che secondo stime recenti viene valutata in 71 miliardi di dollari, solo in Europa, nel quinquennio 2020-2024.

Un’asset class che offre opportunità di investimento uniche ma che presenta caratteristiche atipiche dal punto di vista immobiliare, con costi operativi, di costruzione e manutenzione pari a diversi multipli dei costi previsti, a titolo di esempio, per un immobile destinato a uffici. Anche sotto il profilo urbanistico, sebbene si trovino generalmente all’interno di aree a vocazione industriale, i data center non sono collocati all’interno di una specifica funzione, mentre progettazione e costruzione devono rispettare complessi standard tecnici e normativi elaborati da diverse organizzazioni internazionali.

Delineare un quadro di riferimento articolato ed esauriente su dimensione urbanistica e dinamiche finanziarie dei data center è l’obiettivo della seconda edizione del convegno AGIDI dedicato a questo nuovo prodotto immobiliare, che analizza inoltre gli aspetti relativi alla sostenibilità energetica, le ricadute degli edge data center sul mercato immobiliare, le specificità della due diligence tecnica e urbanistica e i vantaggi derivanti dalla riconversione di immobili abbandonati in data center.

Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), ecco il testo completo.

Il 25 aprile il Governo ha trasmesso al Parlamento il testo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) un “pacchetto completo e coerente di riforme e investimenti”, necessario ad accedere alle risorse finanziarie messe a disposizione dall'Unione europea con il Dispositivo per la ripresa e la resilienza (Recovery and Resilience Facility - RRF), perno della strategia di ripresa post-pandemica finanziata tramite il programma Next Generation EU.

Le misure previste dal Piano si articolano intorno a tre assi strategici condivisi a livello europeo: digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica, inclusione sociale. Seguendo le linee guida elaborate dalla Commissione europea, inoltre, il Piano raggruppa i progetti di investimento e di riforma in 16 Componenti, raggruppate a loro volta in 6 Missioni:
1. Digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo;
2. Rivoluzione verde e transizione ecologica;
3. Infrastrutture per una mobilità sostenibile;
4. Istruzione e ricerca;
5. Coesione e inclusione;
6. Salute.

Scarica il PNRR, CLICCA QUI

UTP, NPL e Crediti Insoluti

Convegno online - mercoledì 27 ottobre 2021

L’allentamento delle misure di sostegno introdotte a seguito della crisi sanitaria e la riforma della giustizia, ineludibile in quanto condizione essenziale per accedere agli stanziamenti del PNRR, comportano una profonda revisione delle strategie e degli strumenti finora utilizzati per classificare e, soprattutto, gestire i crediti deteriorati. È infatti presumibile che le verifiche sui crediti in moratoria, imposte dalla European Banking Authority a partire dal 1° luglio, evidenzieranno una maggioranza di inadempienze probabili (UTP), che nelle banche italiane stanno superando le sofferenze (NPL) e che vanno finanziate e gestite in quanto crediti dovuti da aziende in attività.

La discontinuità derivante dall’impatto di riforma della giustizia e termine della moratoria sui crediti in sofferenza è il tema al centro dell’edizione 2021 del convegno AGIDI, che riunisce esperti, giuristi e operatori nell’individuazione di modelli e soluzioni per affrontare l’inevitabile aumento delle esposizioni deteriorate dei prossimi mesi.

Le nuove regole per la classificazione, la concessione della moratoria anche dopo la scadenza dei termini, i cambiamenti previsti per le procedure esecutive immobiliari e i vantaggi della vendita diretta sono tra i temi trattati durante l’incontro, che approfondisce inoltre gli effetti attesi dall’estensione dello strumento di garanzia, l’abbinamento della cartolarizzazione multi-originator con l’assegnazione dei rating per il rilascio della GACS e il ruolo dei fondi alternativi per la valorizzazione dei crediti.